Rimedi per il gonfiore di gambe

0

Le gambe gonfie e pesanti sono un fastidio con cui la maggior parte delle persone si trova ad avere a che fare, almeno una volta nella vita. Le donne, a causa del profilo ormonale propenso alla ritenzione idrica, ne soffrono di più spesso rispetto agli uomini. Come rimediare alle gambe gonfie?

Le cause per cui le gambe si gonfiano

Le gambe gonfie, pesanti e doloranti, dipendono quasi sempre da un problema di cattiva circolazione capillare. Le cause di questo fenomeno possono essere molteplici e diverse, ad esempio:

– obesità
– sedentarietà
– squilibri ormonali: il periodo pre-ciclo mestruale, l’assunzione della pillola contraccettiva, la gravidanza, la menopausa
– ereditarietà, con capillari fragili, poco funzionali e che tendono a rompersi
– caldo, sia come temperatura sia come luoghi: bagni bollenti, saune

Perché le gambe si gonfiano?

Quando le gambe appaiono gonfie, pesanti e dolenti è perché si è formato un accumulo di liquidi tra derma e tessuto adiposo. La ritenzione idrica, infatti, oltre a causare inestetismi come cellulite e pelle a buccia d’arancia, può comportare anche fastidi di questo genere.

L’accumulo di liquidi dipende dall’incapacità, totale o parziale, del sistema linfatico di richiamare i liquidi prodotti dai normali meccanismi di metabolismo cellulare e reimmetterli nel sistema circolatorio, dove finirebbero nei reni e sarebbero espulsi fisiologicamente, tramite l’urina.

Una circolazione rallentata, automaticamente, inficia questo meccanismo naturale e lascia ristagnare liquidi in eccesso, che provocano il gonfiore ed il senso di tensione.

Non possiamo che consigliare l’ottimo prodotto lymphomyosot .

Sintomi correlati al gonfiore delle gambe

La cattiva circolazione, che determina gambe gonfie e pesanti, può essere accompagnata ad un vasto corollario di sintomi, spesso soggettivi:

– dolore al livello delle caviglie e dei polpacci, anche a riposo
– formicolio
– sensazione di freddo continuo ai piedi
– senso di intorpidimento delle dita dei piedi
– prurito

Se, assieme a un modesto gonfiore di gambe e caviglie, si accusano uno o più di questi sintomi è da ritenersi assolutamente normale: la circolazione lenta, comunemente, porta questi fastidi.

Quando i sintomi devono preoccupare?

Ci si deve preoccupare, e contattare un medico, solo se il gonfiore è localizzato in un unico punto di una sola gamba, se la zona diventa rosso-porpora, blu o nera e se il dolore è talmente forte da essere paragonabile ad una coltellata ed impedisce di muoversi e camminare.

Finché la sensazione è generalizzata a tutti gli arti inferiori, si può intervenire tranquillamente con qualche piccolo accorgimento casalingo ed, eventualmente, dei rimedi farmaceutici da banco.

Come si rimedia alle gambe gonfie?

Per aiutare la micro-circolazione e risolvere i problemi di gambe pesanti, gonfie e tese, si può agire su più livelli:

– alimentazione e stile di vita
– tisane drenanti e/o diuretiche
– impacchi
– principi attivi fito-terapici ad uso topico

L’alimentazione, lo stile di vita sano e lo sport contro le gambe gonfie

Il primo ingrediente che promuove l’accumulo di liquidi è il sale. Chi soffre di gonfiore alle gambe, infatti, dovrebbe ridurre al minimo il consumo di sale puro come condimento e controllare molto attentamente quanto sodio assume con l’alimentazione quotidiana. È importante bere, almeno 2 litri di acqua al giorno.

Il fumo e l’alcool hanno effetti negativi sulla circolazione sanguigna quindi, se si soffre di ritenzione idrica a livello di caviglie e polpacci, è caldamente consigliato smettere con entrambe le cose.

La sedentarietà e l’obesità sono i primi fattori scatenanti di gambe pesanti e cattiva circolazione: è consigliato cercare di raggiungere e mantenere il peso-forma e dedicare almeno venti minuti al giorno a un’attività fisica aerobica, che fa bene al sistema cardiovascolare. Basta una semplice passeggiata a passo svelto o, in alternativa, la bicicletta, la corsa o fare le scale.

Tisane drenanti e diuretiche

Alcune tisane, a base di erbe, hanno un effetto drenante contro i liquidi ristagnanti e stimolano la diuresi. Tra le migliori, e più efficaci:

– quelle a base di centella asiatica
– quelle a base di timo e menta
– quelle a base di fieno greco

Le tisane possono essere consumate sia calde che fredde, in base al proprio gusto personale, aromatizzate con miele o limone, se piace. La dose ideale è di due bustine, o filtri, al giorno. Eccedere non è una buona idea perché potrebbero stimolare un’eccessiva diuresi, comportando cali di pressione.

Gli impacchi freddi per stimolare la circolazione delle gambe

Il caldo è nemico della circolazione. Chi soffre di gambe gonfie dovrebbe evitare bagni e docce troppo calde, saune e bagni turchi.

Un trucco per trovare sollievo immediato dal problema delle gambe gonfie è alternare getti d’acqua fredda a getti d’acqua tiepida, partendo dalla caviglia e risalendo verso la coscia.

In alternativa, per lenire le sensazioni fastidiose, si può ricorrere a impacchi di ghiaccio, da tenere per qualche minuto sulle caviglie e sui polpacci. Gli impacchi si possono fare anche con ingredienti naturali: the verde o aceto. Si applicano sulle caviglie e si lasciano agire 15-20 minuti.

Principi attivi fito-terapici

È possibile acquistare, in farmacia o erboristeria, delle creme e degli unguenti specifici per aiutare a vivacizzare la circolazione delle gambe. Sono, solitamente, a base di frutti rossi, ricchi di flavonoidi, enzimi molto efficaci contro la circolazione rallentata.

Le creme si tengono in frigo e si applicano fredde, massaggiando dall’alto verso il basso. Donano sollievo immediato e, con l’utilizzo costante, rinforzano le pareti dei capillari.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.